Salute, Coas medici: “Solidarietà a medicina solidale, no al bavaglio dipendenti Tor Vergata”

Salute, Coas medici: “Solidarietà a medicina solidale, no al bavaglio dipendenti Tor Vergata”

Roma, 7 ago (Prima Pagina News) “Vorrei esprimere la mia personale solidarietà e quella del COAS a Medicina Solidale che è stata costretta a chiudere l’ambulatorio di via Aspertini a Tor Bella Monaca che assisteva migliaia di cittadini romani indigenti e in stato di fragilità. Ci auguriamo che i vertici regionali prima di andare in vacanza risolvano questa vicenda assurda”. E’ quanto dichiara Alessandro Garau, segretario del CoAS Medici Dirigenti in merito si alla vicenda di Medicina Solidale che è stata costretta a chiudere l’ambulatorio di Via Aspertini a Tor Bella monaca, sia alla circolare della direzione del Policlinico di Tor Vergata che mette letteralmente il bavaglio ai dipendenti impedendogli di parlare con i media. “In questa vicenda – aggiunge GARAU – si è aggiunta una scelta, da noi non condivisa, della direzione del Policlinico di Tor Vergata che impone ai dipendenti di non parlare in nessuna maniera con i media ed affini. Un segno di chiusura e di volontà di non confrontarsi su vicende come quella di Medicina Solidale che colpisce prima di tutti i più fragili del quadrante di Roma est. Una battaglia quella del COAS che da sempre è contario a mettere il bavaglio ai medici ospedalieri”.

Tratto da: http://primapaginanews.it/dettaglio_news_hr.asp?ctg=10&id=390445

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO!
Fai una donazione

Caro Visitatore, chiediamo il Tuo aiuto per sostenere le attività dell'Associazione. Medicina Solidale è un'associazione ONLUS autofinanziata. Le donazioni sono fondamentali per finanziare le attività di assistenza e cura che offriamo a tutti gratuitamente. Se esistiamo è grazie al sostegno di persone come Te che scelgono di dare un contributo volontario. Per continuare a garantire tutto questo, anche nei prossimi mesi, il Tuo sostegno economico per noi è di fondamentale aiuto.

Grazie davvero, Presidente IMES