A Roma, oltre 200 famiglie di Tor Bella Monaca hanno ricevuto un pacco viveri “per potere andare avanti in un momento di grande difficoltà economica soprattutto nelle periferie della capitale”. Grazie ai volontari di Medicina solidale sono stati distribuiti – nella sede di Via Aspertini – generi alimentari di prima necessità principalmente a nuclei familiari fragili, agli anziani soli, alle famiglie immigrate segnalate dai loro responsabili pastorali e alle comunità immigrate di diversa confessione, tutto questo grazie all’intervento del Forum del Terzo settore del Lazio che ha donato a Medicina solidale i 200 pacchi viveri. L’iniziativa – spiega un comunicato – si aggiunge al lavoro che Medicina solidale sta svolgendo sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria attraverso i 5 ambulatori di strada dal colonnato di san Pietro a via della Longara fino a via Chiovenda al Tuscolano che non hanno mia smesso di erogare servizi e sostegno socio-sanitario ai romani in difficoltà. Per Lucia Ercoli, direttore di Medicina solidale, “fare rete è una delle risorse più preziose da mettere in campo” per “moltiplicare le possibilità di sostenere chi è più fragile”. “Sproniamo e collaboriamo come parte sociale attiva con le istituzioni e gli enti locali, come oggi per i pacchi alimentari grazie al protocollo d’intesa con il Comune di Roma, e ogni realtà, proprio per raggiungere tutti coloro che sono in difficoltà”, aggiunge Francesca Danese, presidente Forum Terzo settore Lazio.