Il Secolo XIX: Allaccio abusivo, ora l’elemosiniere del Papa rischia di essere indagato

Il Secolo XIX: Allaccio abusivo, ora l’elemosiniere del Papa rischia di essere indagato

https://www.ilsecoloxix.it/italia/2019/05/13/news/allaccio-abusivo-ora-l-elemosiniere-del-papa-rischia-di-essere-indagato-1.32357492

Areti, la società che gestisce la rete elettrica di Roma, ha presentato un esposto contro ignoti nei confronti di chi ha ridato la corrente al palazzo occupato dello Spin Time.

Roma – L’elemosiniere del Papa, il cardinale Konrad Krajewski, potrebbe presto essere indagato per furto di energia. Areti, la società di Acea che gestisce la rete di distribuzione elettrica di Roma, ha infatti presentato un esposto contro ignoti per l’allaccio abusivo nello stabile di Spin Time che ieri ha riportato la corrente a 420 persone che abitano nell’edificio occupato dal 2013. Di quell’allaccio si era subito auto accusato lo stesso cardinale, spiegando che il suo gesto era dovuto per restituire la luce alle famiglie che abitano nel palazzo dove si trovano anche 98 bambini.

La vicenda nasce all’indomani del distacco, richiesto da Hera Comm ad Areti, per il mancato pagamento delle bollette. Somma che ammonterebbe a circa 300.000 euro. Lo stabile, che un tempo ospitava gli uffici dell’Inpdap, è occupato da famiglie in emergenza abitativa dall’ottobre 2013. Nel corso degli anni al suo interno sono nati anche un centro culturale polifunzionale dove si organizzano concerti, laboratori teatrali, un’osteria e un centro di assistenza sociale. Un’esperienza definita «importante» dalla stessa amministrazione di Virginia Raggi, che però si trova in difficoltà tra le proteste nelle periferie per gli alloggi popolari assegnati a famiglie straniere e Casapound, che da anni occupa un edificio in pieno centro a Roma.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

RESTIAMO A CASA!
Questo è l'invito delle autorità in un momento delicato per tutti. E' una misura necessaria per contenere il contagio, aderiamo TUTTI alle indicazioni con senso di responsabilità. Aderiamo tutti: piccoli, giovani e grandi LIMITIAMO IL CONTAGIO STIAMO A CASA! E RISPETTIAMO QUESTE SEMPLICISSIME REGOLE Evitiamo spostamenti inutili Laviamoci spesso le mani Non mettiamo le mani in bocca e negli occhi Evitiamo di darci la mano Troverete maggiori dettagli sul poster del Ministero della Salute che vi invitiamo a leggere con attenzione