Il cancello del Centro di Medicina Solidale a Tor Bella Monaca riapre.

Il cancello del Centro di Medicina Solidale a Tor Bella Monaca riapre.

Il ramo del prugno è fiorito. Il cielo è terso e nell’aria ancora vestita di freddo pungente, la primavera si annuncia.
Il cancello del Centro di Medicina Solidale a Tor Bella Monaca riapre.
Emergenza Covid.
Eccoci pronti.
Da 16 anni la Medicina Solidale grida con la sua attività l’importanza di una medicina territoriale a bassa soglia d’accesso, per tutelare la salute dei più vulnerabili.
E oggi la pandemia che stringe in una morsa l’intero pianeta, lo grida a squarciagola.
Servono reti di assistenza territoriali capillari e veloci. Nessun impedimento. La salute è per tutti, particolarmente per chi ha il passo più lento.
Il virus ha colpito proprio loro, i più fragili. Anziani, malati con patologie cronico-debilitanti, immuno-depressi.
Gli ospedali sono stati sopraffatti dall’emergenza fino a dover contrarre le attività di cura per le altre patologie, che non sono meno importanti, meno aggressive, meno letali.
Lo abbiamo gridato per anni. L’ospedale è per le urgenze, la sanità deve tutelare i più fragili, la sanità deve integrarsi con il sociale per i più emarginati.
E la risposta è stata “Dovete chiudere”.
Migliaia di donne bambini anziani vulnerabili hanno dovuto trovare il nostro cancello chiuso.
Ma non li abbiamo abbandonati.
Con pazienza certosina gli abbiamo insegnato a raggiungerci nell’ambulatorio del Colonnato di San Pietro e per quelli che non ce la facevano ci siamo inventati le attività di strada con il poliambulatorio mobile datoci dal Santo Padre.
Nessuno dei nostri pazienti è stato lasciato indietro.
Ora il cancello riapre grazie all’intervento coraggioso di una donna, l’Assessore alla Persona  del Comune di Roma.
Sono sempre le donne quelle capaci di gesti di coraggio e noi vogliamo ringraziare l’Assessora a nome di tutte le persone a cui ha reso possibile accedere alle cure in questo terribile momento della storia.
Già le prime mamme con i loro bambini stanno tornando nel giardino fiorito e attendono di essere visitate in ordine e distanziate l’una dell’altra con le mascherine sul viso.
Ci sorridono felici di aver riportato vicino alle loro case, assistenza e cura a loro misura.
La primavera con il suo tepore sta sciogliendo il freddo, anche quello dei cuori e delle menti.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

RESTIAMO A CASA!
Questo è l'invito delle autorità in un momento delicato per tutti. E' una misura necessaria per contenere il contagio, aderiamo TUTTI alle indicazioni con senso di responsabilità. Aderiamo tutti: piccoli, giovani e grandi LIMITIAMO IL CONTAGIO STIAMO A CASA! E RISPETTIAMO QUESTE SEMPLICISSIME REGOLE Evitiamo spostamenti inutili Laviamoci spesso le mani Non mettiamo le mani in bocca e negli occhi Evitiamo di darci la mano Troverete maggiori dettagli sul poster del Ministero della Salute che vi invitiamo a leggere con attenzione