Attività svolte nel 2013

Qui di seguito si elencano sinteticamente i progetti realizzati, le convenzioni e le collaborazioni  che la Onlus ha stabilito con istituzioni  pubbliche e private nel corso del 2013:

I.         Progetto di sorveglianza igienico nutrizionale rivolto alla popolazione  infantile in condizioni di particolare emarginazione sociale (campi nomadi, insediamenti anomali, immigrazione irregolare) nella periferia di Roma e in Africa (Camerun);     

II.      Distribuzione mensile di pacchi viveri ai nuclei familiari in condizione di povertà, particolarmente indirizzati alle comunità rom e immigrate;

III.    Attività di formazione sugli stili alimentari corretti settimanale, rivolto alle mamme immigrate e nomadi;

IV.     Attività di counselling alle donne immigrate e rom vittima di maltrattamento;

V.       Assistenza alle donne nel post partum ed educazione all’allattamento e svezzamento;

VI.     Assistenza sanitaria specialistica (pediatrica, endocrinologia, chirurgica, internistica, infettivologica, psichiatrica, nutrizionale, ostetrica) per fasce sociali fragili;

VII.   Distribuzione di farmaci agli utenti dei nostri centri per la cura delle infezioni, delle patologie cronico-debilitanti, delle patologie psichiatriche, degli stati acuti di malattia;

VIII. Educazione primaria per la tutela della salute della donna, con particolare riguardo agli aspetti della maternità responsabile e della prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili, dell’infezione da HIV, delle epatiti virali e dell’infezione da HPV, che hanno coinvolto 170  donne di cui il 70% immigrate e nomadi;

IX.     In collaborazione con le Scuole elementari e medie del territorio, svolgimento di percorsi educativi finalizzati alla prevenzione  della malnutrizione e dell’obesità, che ha coinvolto 150 ragazzi;

X.       Programma di agopuntura sociale per il trattamento delle cefalee rivolto a immigrati e nomadi;

XI.     In collaborazione con la ASL RMB dipartimento salute mentale, prosecuzione di laboratori ludico-espressivi per bambini affetti da patologie psichiatriche e avvio di uno sportello di sostegno per i genitori di bambini disabili;

XII.   In collaborazione con l’Associazione Nati per Leggere, avvio di laboratori di lettura per bambini immigrati e rom.

RESTIAMO A CASA!
Questo è l'invito delle autorità in un momento delicato per tutti. E' una misura necessaria per contenere il contagio, aderiamo TUTTI alle indicazioni con senso di responsabilità. Aderiamo tutti: piccoli, giovani e grandi LIMITIAMO IL CONTAGIO STIAMO A CASA! E RISPETTIAMO QUESTE SEMPLICISSIME REGOLE Evitiamo spostamenti inutili Laviamoci spesso le mani Non mettiamo le mani in bocca e negli occhi Evitiamo di darci la mano Troverete maggiori dettagli sul poster del Ministero della Salute che vi invitiamo a leggere con attenzione